La Sezione di Ancona rientra nelle cosiddette “Sezioni storiche”, essendo stata fondata nel 1875, come si rileva da un articolo apparso sul notiziario mensile “Lo Scarpone” di marzo 2010 pag.6, dedicato alle sezioni CAI fondate nell’800.

E' stato infatti evidenziato, da contatti diretti con la redazione de “Lo Scarpone” e con la biblioteca nazionale del CAI, quanto segue:

1) la sezione CAI di Ancona è stata fondata il 21 giugno 1875, con 51 soci iniziali e con un Presidente non identificato. Tale evento è documentato (all. 1) a pag. 82 de “L’alpinista” anno 2, numero 6, a firma del Presidente della Direzione Centrale del Club Alpino Italiano Cav. Ing. Giorgio Spezia e del segretario ing. Adolfo Mattirolo.
E’ da notare che alla sezione CAI di Ancona venne attribuito l’aggettivo di “marchigiana” per indicare che essa raccoglieva i Soci di tutto il territorio regionale, non essendosi ancora costituite altre sezioni. Ciò risulta (all. 2) a pag. 140 del testo “1863-1963: i cento anni del CAI” edito a Milano nel 1963.

2) il 14 maggio 1882 nel corso dell’Assemblea ordinaria dei Delegati, il vice Pres. Caso, informa nella relazione, del “probabile scioglimento della Sezione d’Ancona”. Tale comunicazione è evidenziata (all. 3) a pag. 82 della “RIVISTA ALPINA ITALIANA” vol. 1, numero 5, anno 1982. L’effettivo scioglimento della Sezione si è poi concretizzato nel corso dello stesso anno.

3) la Sezione CAI di Ancona e stata ricostituita nel 1932 sotto la presidenza di Duilio Paoloni, con sede in via Frediani 14. Tale evento è ufficializzato (all. 4) tra gli atti e comunicati della sede centrale a pag. 392 del “NOTIZIARIO - rivista mensile CAI” volume 51, numero 6, anno 1932.

La nostra storia